General Filter lancia la nuova linea di Tasche Convenzionali in nano fibre sintetiche che migliorano notevolmente le prestazioni tecniche del prodotto classico in fibra di vetro.

Negli ultimi anni lo sviluppo delle nanotecnologie ha raggiunto notevoli risultati in numerose applicazioni scientifiche e industriali nei campi più disparati; infatti esse trovano impiego nel campo dell’industria chimica, farmaceutica, elettronica, nella medicina, nell’edilizia, nello sport, ed ora sono anche impiegate per migliorare le prestazioni dei tessuti sintetici filtranti.
Le strabilianti proprietà delle “nano fibre” sono dovute essenzialmente alle minute dimensioni delle particelle usate. Infatti quando si comincia a lavorare su dimensioni nanometriche, tutte quelle forze che siamo normalmente abituati a trascurare, come le forze di Wander-Wals, cominciano ad avere un peso rilevante ed è proprio dall’unione sinergica di tutte queste piccole forze che derivano le ottime proprietà di questi materiali.
Anche nel campo della filtrazione dell’aria si sono ottenuti dei risultati molto soddisfacenti; infatti sono stati comparati alcuni filtri a tasche convenzionali di dimensioni 592x592x636 mm con 10 fori ciascuno per le classi di filtrazione F7 ed F9 realizzati con media filtrante in fibra di vetro e nano fibre.

Fibra di vetroNano fibra
Classe di efficienzaF7F9F7F9
ΔP iniziale (Pa)8216161122
accumulo polvere (g)445339545521
Consumo energetico (kWh)100020008001600

Dalla tabella risulta evidente che le tasche realizzate con media sintetico in nano fibra offrono prestazioni superiori rispetto a quelle realizzate con media in fibra di vetro in termini di accumulo di polvere e consumo energetico (eurovent 4/21).

Questo significa che, a parità di efficienza, la fibra di vetro risulta in classe energetica B, mentre la nostra nano fibra è in classe A con un risparmio notevole sui consumi.
Anche la capacità di accumulo polveri, nettamente superiore, avrà come effetto una minor manutenzione che andrà quindi a ridurre costi di materiale e personale.

Inoltre, nelle nano fibre sintetiche non c’è alcuna possibilità che le fibre si distacchino e vengano respirate dagli operatori, un rischio presente, invece, per le tasche in fibra di vetro, sostanza potenzialmente cancerogena.